giovedì 27 gennaio 2011

Etichette fai da te

Qualche tempo fa ho letto chissà dove che le creative americane usano una carta, chiamata freezer paper, per stampare sui tessuti e che la carta da macelleria può essere utilizzata allo stesso scopo. Ho immagazzinato l’informazione e ieri mi è saltato in mente di sfruttare lo stesso principio per produrre le mie prime etichette…voler condividere con voi questa esperienza è stata un’automatica conseguenza.

IMG_8593

Per le mie etichette ho utilizzato:

  • un foglio di carta da macelleria
  • un foglio di carta transfert, quella per la stampa sulle maglliette
  • tessuto bianco da camicia…l’unico bianche che avevo ed è andato più che bene
  • ferro da stiro, pc  e stampante

Per prima cosa ho realizzato con photoshop la scritta, l’ho salvata come immagine jpg e poi su un foglio di word ho inserito tante etichette con la mia scritta, quante ne poteva contenere il foglio A4. Prima però ho impostato il foglio con due colonne, in modo da sfruttare tutto lo spazio (basta andare sul menu layout di pagina e cliccare il tasto colonne). Se il tipo di scritta è semplice, può essere tranquillamente saltato il primo passaggio su photoshop e si possono realizzare le scritte direttamente su word o forse anche con publisher. Nel mio caso l’uso di photoshop è stato necessario  per inserire i cuoricini ed i trattini, ma credo possa andare bene anche paint per questo tipo di cose.

A questo punto ho tagliato un pezzo di carta da macelleria ed un pezzo di tessuto entrambi nelle dimensioni di un foglio A4 ( 210 x 297 mm) e li ho stirati insieme mettendo il rovescio del tessuto contro la parte plastificata del foglio da macellaio. Questo passaggio serve solo per rendere rigido il tessuto e per far si che possa entrare nella stampante senza problemi.

Ho poi inserito il foglio di tessuto e carta nella stampante, con il lato da stampare (cioè il tessuto) rivolto verso il basso. La posizione del foglio dipende però dalla propria stampante, il mio metodo vale per le stampanti con carica dal basso; per quelle con carica dall’alto il lato da stampare deve essere rivolto verso di voi. Poi ho stampato come fosse un normale foglio. Non so se dipenda dal tipo di tessuto, ma la stampa è venuta benissimo, la scritta è molto chiara e leggibile.

IMG_8590

Perciò ho separato la carta da macellaio ed il tessuto e questo è rimasto pulitissimo senza nessuna traccia di plastica della carta. Poi ho stirato il tessuto stampato insieme alla carta transfert, che è quella quadrettata che vedete nella prima foto ed è costituita da una parte di carta vera e propria (quella a quadretti) e da una parte di plastica termoadesiva su entrambe i lati; precisamente ho fatto combaciare il retro del tessuto stampato con la parte bianca (non quadrettata) della carta transfert. Ho stirato seguendo le istruzioni riportate nella confezione: ferro a massima temperatura e senza vapore, effettuare una leggera pressione per 10/15 secondi per ogni zona aderente al ferro (non considerare la punta).

A questo punto le etichette sono pronte e per usarle faccio così: taglio solo l’etichetta che mi serve, elimino la carta quadrettata dal retro e stiro la targhetta sull’oggetto da etichettare. Se il tessuto dovesse tendere a sfilacciarsi basterà cucire l’etichetta oltre che stirarla; ad ogni modo la carta transfert, se ben stirata, aderisce al tessuto ed evita anche che si  sfilacci. Se non si dispone della carta transfert basterà cucire semplicemente le etichette stampate.

Sicuramente esistono metodi diversi e migliori per fare etichette, ma son molto soddisfatta del risultato ^^

IMG_8579

Voi cosa ne pensate? Avete suggerimenti? Quale metodo utilizzate per le vostre etichette?

 

Un bacio grande grande

Giuliedda

26 commenti:

  1. Mi piace molto questa soluzione! Io al momento mi limitavo a timbrare un fatto a mano su un pezzo di fettuccia e a cucirlo, ma questa è una soluzione splendida per personalizzare le proprie etichette!
    Ciao
    Ste

    RispondiElimina
  2. ammetto che capisco davvero poco di stampanti carte stoffe e via dicendo...ma trovo geniale l'utilizzo della carta da macellaio! grazie per il tutorial!^_^ ciaooo

    RispondiElimina
  3. Io uso la carta da stampare e stirare sulla stoffa comperata dove vendono materiale per ufficio... ma confermo che la tua soluzione è davvero molto molto molto bella... e naturalmente lo dico con cognizione di causa, visto l'astuccino "firmato" che mi è arrivato!!! Bellissimo Giuliedda, davvero bellissimo. ADORO la rifinitura della cerniera, le stoffe, i cuoricini.... GRAZIE!!! ... tutorialino?...
    Grazie anche per gli animaletti, i Mostrilli hanno gradito molto e son già diventati dei segnalibro! Un grande bacione!!!

    RispondiElimina
  4. un bel tutorial
    io faccio diversamente
    copio direttamente la scritta sulla carta transfert e poi la stiro sulla stoffa e taglio

    con il tuo metodo puoi anche evitare la carta transfert,perche' tanto carta transfert o meno quando si lava va via..e puoi risparmiare i due euro che costa
    baci baci
    laura

    RispondiElimina
  5. Ciao, io invece ho tagliato la stoffa formato A4, con lo scotch di carta l'ho fissata ad un foglio di carta e l'ho stampata con la stampante...ma l'idea non è mia, l'ho trovata in qualche blog che adesso non ricordo...Elisa

    RispondiElimina
  6. Bravissima! Pensa che io non le ho mai fatte..ogni tanto ci faccio un pensierino ma poi..troppo complicato per me!! Baci
    Carmen

    RispondiElimina
  7. grazie per il tutorial! ho comprato la carta termica trasferibile per stampare sulla carta e stirare sulla stoffa il disegno ma... non l'ho ancora provata :P
    ciaooo

    RispondiElimina
  8. Ti sono venute un capolavoro queste etichette!Brava!
    Io ci ho provato (come ho mostrato sul mio blog) ma non è andata affatto bene. Credo di aver qualche problema con la stampante. Così credo che mi farò un timbro personale, così potrò usarlo come voglio ed è molto più rapido :) Speriamo che almeno così, riesca!Ciao ciaoooo
    Mopo

    RispondiElimina
  9. Giuliedda, sempre a sperimentare... Io non ho mai provato, il risultato è delizioso, oltre che molto pulito e ordinato. Brava!

    RispondiElimina
  10. Davvero bello ... grazie per la spiegazione, chissà ... magari un giorno mi potrà servire :)
    ciao
    Maè

    RispondiElimina
  11. Che genio che sei!
    Questa della carta del macellaio proprio.. mai sentita!!
    E la scritta con i cuoricini.. che fine!
    Mi piace tanto.

    RispondiElimina
  12. Mi sono persa per strada.... se dovrò etichettare qualcosa di stoffa mi ricorderò di cosa hai ideato con la tua "testolina" ;)!

    RispondiElimina
  13. Grazie!!!
    Avevo già letto di questa famosa freezer paper ma non avevo capito che era semplicemente la carta del macellaio!
    Un bacione
    Laura

    RispondiElimina
  14. E' fantastico, abbiamo intenzione di provare anche noi a realizzare etichette su tessuto, è da tempo che pensavamo di farle realizzare a qualcuno per un nostro progetto, ma tu sei stata chiarissima e ci vogliamo provare. L'unica cosa che ci è meno chiara è quella dove viene tirata in ballo la carta transfer, ma proveremo dal vivo!
    Bacioni
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  15. ciao! fantastico questo tutorial, stavo giusto cercando un modo per stampare su tessuto senza dover andare in tipografia tutte le volte!grazie mile, buona giornata!Chiara

    RispondiElimina
  16. E io copio/incollo il commento di Beta!
    E' arrivato anche a me il tuo bellissimo astuccino, Giuliedda!!!
    Graaaaaaaaaazieeeeeee!!!

    E confermo che l'etichetta stampata e applicata è perfetta! ;)

    Anch'io però ho stampato direttamente sulla stoffa attaccata con lo scotch sul foglio A4, in una pagina dell'album del matrimonio... non male direi, però ora voglio provare la differenza!
    Grazie ancora, un bacio e a presto!

    RispondiElimina
  17. Una curiosità: serve una stampante a laser, vero? Io non ho mai provato a fare le etichette proprio per paura che con la mia (una a getto d'inchiostro) venisse un gran pasticcio!!
    Comunque il tutorial mi sembra ben fatto e lo terrò sicuramente presente per il fututo!
    Grazie e a presto!!

    RispondiElimina
  18. Io, ora che ci penso, non ho mai fatto delle etichette... Quindi non ho idea di come funziona! Ma sembra che il tuo metodo sia molto ben riuscito! ^^
    Un abbraccio,
    LU

    RispondiElimina
  19. un tutorial bellissimo, il tuo! e magnifico è il risultato!!! non penso che otterrò mai etichette così pulite e perfette, però ci voglio provare :)) GRAZIE!

    RispondiElimina
  20. Fantastiche!! Anche io vorrei tanto farle le eticchette Made in Kinà, è già un bel po' che ci penso...ma ho come il presentimento che farei solo un gran casino..percui sto rimandando, ma prima o poi mi deciderò!! Sai che ho fatto i muffin di cui ci hai regalato la ricetta, sono venuti fantastici, mi piacciono tantissimo!! Grazie!!
    Buona domenica,un bacione, Kinà

    RispondiElimina
  21. Buona domenicaaaaa!!!...finalmente sono riuscita a postare il tuo fantastico regalo....meglio tardi che mai...un abbraccio e bacio!!!! ♥

    RispondiElimina
  22. Ciao Giuliedda! Utilissimo questo post, da tempo volevo provare a fare le etichette stampate su tessuto ma non ho mai trovato delle spiegazioni convincenti....metterò in pratica il tuo tutorial! grazie 1000 :-)

    RispondiElimina
  23. Al momento non ho ne carta da macellaio, ne carta tranfert e la stampante funzionante..... non credo di poter far nulla ^__^ ma tengo da parte il suggerimento per tempi migliori

    RispondiElimina
  24. Wow! E' un metodo assolutamente originale! Che idea combinare la freezer paper e i fogli trasferibili! :D
    La provero' al piu' presto, mi hai messo una curiosita'! :D
    Grazie per il suggerimento!

    RispondiElimina
  25. scusate ma come si fa a stampare le scritte in modo specchio...di modo ke una volta stampate sul foglio trensfer...e successivamente trasferite vengano dritte??grazie

    RispondiElimina
  26. Bravissima!!!!!!! Io ho visto un tutorial dove la stoffa, prima di essere stampata, veniva attaccata ad un foglio A4 con una cornice di nastro adesivo di carta, ma come dici tu è decisamente più veloce!!!! :-)

    RispondiElimina

I vostri pensieri mi rendono felice! Grazie ^^

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...>